© 2023 Van Clair srl
P.IVA 02715380065

Perchè utilizzare gli influencer nelle strategie di comunicazione e negli eventi aziendali

VanClair
Condividi su:

Cosa contiene questo articolo dedicato a Perchè utilizzare gli influencer nelle strategie di comunicazione e negli eventi aziendali

La ricerca condotta dall’UPA – associazione che raggruppa aziende industriali, commerciali e di servizi italiane che investono in pubblicità e comunicazione – ha evidenziato come gli investimenti dedicati alle attività di influencer marketing siano in costante crescita. Nel 2023, infatti, il 90% delle aziende ha deciso di puntare su strategie di influencer marketing, proponendo attività dedicate per un valore totale di 323 milioni, con un incremento del 10% rispetto all’anno precedente.

Nonostante gli ultimi avvenimenti, che hanno visto protagonista il caso Ferragni-Balocco, le attività di influencer marketing non sembrano diminuire. Secondo l’indagine condotta da BVA-DOXA, infatti, il rapporto di fiducia tra influencer e consumatori rimane alto e le aziende continuano a scegliere gli influencer per rappresentare e promuovere il proprio marchio.


Perché un’azienda dovrebbe utilizzare gli influencer all’interno delle proprie strategie di comunicazione?

 

  1. Crescita della visibilità e aumento dell’attenzione verso il brand: gli influencer hanno una community ben consolidata, conoscono i propri follower e sanno come coinvolgerli. Avviare una o più attività di influencer marketing permette alle aziende di raggiungere un pubblico ampio, aumentando la visibilità del proprio brand.
  2. Credibilità e rapporto di fiducia: gli influencer stringono rapporti di fiducia con i propri follower, dimostrandosi credibili per chi li segue. Suggerimenti, consigli o raccomandazione da parte degli influencer sono percepiti più autentici rispetto a forme di pubblicità tradizionali. Questo permette di costruire un rapporto di fiducia anche con il brand.
  3. Aumento di engagement e interazioni: i contenuti creati dagli influencer risultano coinvolgenti per chi li segue, stimolando le interazioni – come commenti, like e condivisioni – ed engagement, ovvero un coinvolgimento profondo nei confronti del contenuto condiviso.
  4. Raggiungimento di un target preciso: gli influencer hanno un seguito ben definito, in base a interessi, età, genere. Un target preciso consente alle aziende di raggiungere un pubblico mirato in base alle tipologie di prodotti o servizi offerti.
  5. Contenuti creativi e autentici: gli influencer sanno come realizzare contenuti creativi, autentici e in linea con il proprio profilo. Grazie a questi, le aziende riescono a connettersi in maniera più diretta ai follower.
  6. Tracciabilità dei risultati: le campagne svolte con gli influencer possono essere monitorate costantemente e analizzate attraverso metriche come il coinvolgimento del pubblico, le condivisioni della campagna e le vendite dirette, così da valutare il ritorno sull’investimento.

Le collaborazioni con gli influencer, perciò, aiutano le aziende a veicolare e amplificare il proprio messaggio, costruendo rapporti fidelizzati e generando risultati tangibili.

E negli eventi aziendali?

Gli influencer vengono scelti, negli eventi aziendali, per il lancio di un nuovo prodotto, per condividere contenuti educativi, trasmettere i valori aziendali o diventando testimonial di un evento importante.

I motivi principali per coinvolgere un influencer durante un evento aziendale sono:

  1. Promozione dell’evento: grazie al vasto pubblico degli influencer, il messaggio può raggiungere più utenti, aumentando la visibilità dell’evento e attirando più persone in target.
  2. Credibilità e autenticità: la presenza degli influencer dona all’evento stesso più credibilità, risultando autentico agli occhi dei follower.
  3. Coinvolgimento del pubblico: gli influencer riescono a coinvolgere i propri follower, invogliandoli a partecipare all’evento.
  4. Contenuti generati dagli utenti: gli influencer creano contenuti UCG, user generator content, creati per coinvolgere gli utenti durante l’evento.
  5. Raggiungere nuovi pubblici: coinvolgere influencer all’interno delle proprie attività permette all’azienda di raggiungere nuovi pubblici e segmenti di mercato.
  6. Feedback e insight: gli influencer, grazie alle loro attività, garantiscono feedback e insight sull’andamento dell’evento, brand sponsorizzato o prodotti selezionati.

Scegliere di collaborare con influencer per il proprio evento aziendale è un metodo efficace per aumentare la visibilità del brand, accrescere l’engagement aziendale e dar vita a un’esperienza coinvolgente per tutti gli invitati.

Quali influencer scegliere?

Secondo la ricerca svolta da Doxa, i consumatori – in particolare nel 2024 – richiedono rapporti più autentici con gli influencer, soprattutto dopo il caso Ferragni-Balocco. Per questo motivo, i microinfluencer – ovvero coloro che hanno un numero di seguaci relativamente ristretto – saranno più ricercati: il rapporto diretto con la loro nicchia di utenti, garantirà una comunicazione più vicina ai follower.

È così che nelle strategie di comunicazione ed eventi i microinfluencer saranno preferiti ai megainfluencer: un pubblico più ristretto, una relazione più diretta e una credibilità maggiore saranno favoriti rispetto ai grandi numeri. Oltre a ridurre il costo di investimento, infatti, ci sarà una maggiore fiducia per il pubblico di riferimento, trasferibile soprattutto nei confronti del brand.

Van Clair progetta eventi aziendali e crea strategie di comunicazione per la tua azienda: scopri come possiamo integrare per te attività di influencer marketing.